sensazioni momentanee

0
()

Ci sono momenti nella vita in cui non si sa più chi si è.
Sono attimi in cui si guardano gli altri, le loro sicurezze e tutto sembra banale…scontato.
Volti conosciuti diventano estranei, volti estranei ti sembrano improvvisamente familiari.
Seduto in questa orribile stanza mi sento tagliato fuori, o forse voglio proprio esserlo.
Solo in mezzo agli altri, solo in mezzo al mondo.
Solo.
I miei dubbi, le mie insicurezze, le mie voglie.
Voglio che nulla mi distolga da questo.
Perverso masochismo! La mia mente vola, rompe le catene, sega le sbarre…cavalca la tigre.
Illusione di libertà! Riesco a sentire odori, sapori, suoni.
Si, suoni! Un blues lentissimo mi accarezza l’udito della mente.
Nel viso uno schizzo di sorriso azzardato.
Viva illusione! Mi manca l’aria…vince l’angoscia! Ma perché tutto questo…perché? Tutto mi sembra estraneo ed io ho bisogno di sentirmi a casa…nella mi mente, nei miei pensieri, nel mio profondo.
Ho bisogno di varcare le porte della percezione.
Il nulla! Ecco che un rumore forte, invasivo, mi violenta.
Disintegra la fantasia, uccide il mio mondo parallelo….si disintegra il puzzle.
Vengo catapultato nella realtà di sempre, i volti di sempre, la stanza di sempre.
Dove cercarti mio dolce Nirvana, come trovarti? La fede, la forza, la vita stessa ti offrono tanto…forse troppo.
Mi spaventa omologarmi alle tante e tutte uguali pecore bianche.
Una sola certezza…il ricordo di una canzone…”non mi lego a questa schiera, morrò pecora nera!”.

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


ppneumos

Nessuna descrizione.

Lascia un commento