Dalla cucina

0
()

Un frullato di fragole ci starebbe.
Andrei a prepararlo giusto adesso, vorrei tanto sentire il sapore delle fragole sulle labbra.
Mi ricordo che ti piacevano tanto.
La sera si poggia stanca sopra i tetti della periferia, e i gatti miagolano un concerto alla fame.
Sento tutta la mia inutilità addosso e quasi mi spengo davanti alla tv.
Le solite manovre, i soliti arresti e le solite tensioni.
Le madri ammazzano i propri bambini in qualche candido appartamento all’interno di un qualche tranquillo condominio intitolato “Amici dell’amicizia”, e qualche padre avrà ancora qualche lacrima da versare su un mazzo di rose spedito qualche anno fa.
I ragazzi tornano a scuola e i loro diari avranno sempre canzoni leggere da rileggere, versi e poesie tra un compito di matematica e un’interrogazione d’italiano.
La campana dell’ultima ora sarà sempre la più dolce e i banchi faranno sempre lo stesso rumore, la più bella della classe sarà sempre la più stronza o la più secchiona, o tutt’e due le cose e in ogni caso non passerà né i compiti, né la carne.
Verranno gli scioperi, le manifestazioni, i rimproveri del capo del governo, i suoi conflitti e i suoi afflitti, le sue pernacchie pubbliche, ci sarà ovviamente il Papa e una noiosa preghiera, arriverà il nuovo film dell’anno e uno stormo di clap! clap! a distrarci dall’inverno brutto e buio, freddo e confortante come l’insegna di un McDonald’s o di un qualsiasi Blockbuster sulla via.
I presentatori per dispetto presenteranno ancora mucche, a volte inutili a volte pazze, avremo scatole di disperazione e commozione, nausea, stress, paura del lunedì, nervosismo da scusare e poi smaltire, un caffè triste davanti a un dolore ficcanaso e avremo sempre di che parlare, di che ascoltare, di che tacere e di che morire, non sono un mago e nemmeno un santone, ma sta’ tranquilla tutto andrà così.
Ci mancherà soltanto di condividere questo frullato di fragole nel chiuso della mia cucina.

Leggi anche  Il matrimonio.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Francesco Maria Buendia

Nessuna descrizione.

Lascia un commento