MEMORIA

0
()

.
..

MEMORIA Con occhi profondi che del vuoto sono colmi, scruto lontani orizzonti striati di grigio.
Nel rifiuto del rimpianto, mi volgo a vegliare ricordi di perse occasioni e di memorie antiche, di gioie durature e fugaci e di brucianti dolori, di trepidanti attese e di cocenti delusioni.
Nel ricordare mi scuoto, per memoria di vita vissuta e fino alla fine bevuta, che col suo canto appaga.
Mi basta chiudere gli occhi per rivedere casa e i volti antichi di chi d’affetto mi avvolse.
Mi basta chiudere gli occhi per risentire nel naso i dolci odori di luoghi lontani.
Mi basta chiudere gli occhi per vedere il tuo volto e le tue mani sentire sul mio corpo.
Mi basta chiudere gli occhi per sentire sulla mia pelle della tua il calore e delle tue labbra la passione, come morbido fiore che i petali dischiude per donare il suo nettare e dissetare aride labbra.
Mi basta poco per rivedere gli occhi profondi, fatti di limpido cristallo, del nostro arbusto che quale vigoroso albero già nelle sembianze appare, saldo nel pensare e dolce nel sognare.
Ma ora gli occhi riapro, per assaporare tutto, finché l’ultimo granello da clessidra non vedrò calare.
y.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  STE TRE SORELLE STANNO SEMPRE A LITIGA'

Yama

Nessuna descrizione.

Lascia un commento