Yearly Archives: 2005

3 “Signora Nadine, ma cosa si dice di me in paese?” Gli era venuto spontaneo chiedere, anche se subito se ne era pentito: non voleva
continua a leggere...
Forse quest’anno la Natività ci consegna la speranza di un universo che da infinito diventa la strada più vicina dove accogliere l’altro. Il
continua a leggere...
2 Ora qui al sud, in questa casa davanti al mediterraneo, dove obbligatoriamente si era dovuto fermare perché non vi era più strada, qui dove
continua a leggere...
1 Un uomo fortunato. Era uno di quegli uomini che si definiscono fortunati, perché così è più semplice spiegarsi perché un certo tipo di
continua a leggere...
Un regalo di Natale Mio figlio Renatino è un bambino di dieci anni. Da quando ne aveva cinque, ha sempre desiderato un cellulare e giocava con un
continua a leggere...
Il governatore della California ha negato la grazia a quel detenuto che fu candidato al premio nobel. Ora è stato giustiziato. In Italia a
continua a leggere...
La storia di Giuseppina Molti anni fa, la mia bisnonna mi narrò la storia di Giuseppina la quale era, a sua volta, sua bisnonna. In Sicilia a
continua a leggere...
La signorina Pierina Rediviva. Che parola strana e suggestiva! Evoca sensazioni di mistero. Quella parola aveva riportato alla mente di Carlo
continua a leggere...
Il velo del dubbio ci annebbia e il vento affastella parole dentro cassetti vecchi e polverosi nei quali rovistiamo con affanno per
continua a leggere...
Il sonno non giunge se ne sta ripiegato chissà dove mentre la notte scava la mente. Affiorano tremori sulla pelle quando penso che
continua a leggere...
La Casa del Giovane di Pavia è una comunità terapeutica e di servizio, nelle sue strutture vi sono affidati tanti ragazzi, perché tolti a contesti
continua a leggere...
Un italiano medio Ancora stai aspettando? Un italiano medio lo sai, devi diventare Né destra né a sinistra ma al centro, non puoi rischiare
continua a leggere...
Il tempo lascia tracce nere sull'asfalto del passato, virando su parole che non m'hai detto e che avrei voluto . Forse avrei toccato questa
continua a leggere...
Autunno Piovono gialle, rosse foglie Crepitano, sotto le nostre suole
L’orologio d’oro L’uomo sedette su un sasso. Sollevò il piede destro appoggiando il tallone sul ginocchio sinistro. Con un getto distratto
continua a leggere...
Scegliere di volare Quando si svegliò non ricordava nulla di quanto era successo la sera prima. Eppure qualcosa doveva pur essere successo a
continua a leggere...
Ottobre era ancora caldo. La pioggia carezzava i muri frizzando l’aria appena appena. Una nebbiolina nascondeva che ora fosse del giorno. I vetri
continua a leggere...
Tocco la tua anima nuda e divento nessuno in queste sere che bruciano nostalgie in questo mare chiuso in una conchiglia spezzata le stelle nel
continua a leggere...
Mi piace respirare e ricordare le impronte delle tue mani di porcellana sulla mia anima quel cielo d'ottobre con nuvole di vaniglia nascoste tra
continua a leggere...
La vita mi gira intorno e mi attraversa il cuore incede il tempo dissetandosi di speranza legittimando illusioni nella lentezza dei giorni
continua a leggere...
Daniela, mia cara…non era mai successo di desiderare un’anima e non poterla accarezzare….un corpo molte volte l’ho bramato e non
continua a leggere...
L’azione mi crea una forza vitale inesauribile..sogni ,obbiettivi Sono a portata di mano…acqua ghiacciata sulla pelle,rendono il mio essere
continua a leggere...
Un’esperienza in piu’,nasconde i limiti di una vita incompleta. assume quasi il traguardo di un solo momento,che traguardo non è,anzi pura
continua a leggere...
Foglia tra foglie Foglia tra foglie, sfioro l’accartocciarsi morbido di lame prossime a trasparenza – superfici plurime, un brivido le
continua a leggere...
Non fuggirò lo strazio dell’anima, non mi nasconderò al rancido del dolore nato dal passato che inacidendo il presente mi porta morta
continua a leggere...
Esecrano le parole al pensiero, silente al mondo, in pena e dolore, guidano il corpo al disgusto per la vita che non vive senza la volontà di
continua a leggere...
Mia cara, sono queste ore difficili per me, tra gli spari sempre più vicini ed il freddo gelido che mi porto dentro per la tua assenza, questo
continua a leggere...
Quella foglia resiste alla pioggia smemorata ed io la sento come una mia immagine spinta a levante dove l’amaro svanisce in gocciole di luce
continua a leggere...
L’amore e il computer Rachele era sposata da molti anni e suo marito l’aveva lasciata perché adescato, via e-mail, da un’altra donna
continua a leggere...
Vorrei c o n t a r e gli anni su pettini privi di denti, dimenticando orfanatrofi ristrutturati ad osterie dove spartiti d' imenetomie si
continua a leggere...
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12