Scusa

0
()

Lungo le strade che portano all’abbandono ho camminato, tenendo per mano creature senza nome.
Trascinando il peso delle mie paure ho proseguito cieca, cercando a tentoni di non inciampare.
Sulla via del ritorno sono scappata, per non dover guardare ancora negli occhi la mia immagine distrutta.
In questa lunga notte senza sogni ho incontrato lo spettro dei miei pensieri, e parlato al mio animo pieno di orgoglio.
Tra i viali alberati che portano al mare cerco ora, la via che porta il tuo nome, stringendo tra le mani tutte le parole urlate al vento.
Poichè l’eco dei miei sbagli giunse ieri al tuo orecchio, possano oggi le mie parole dirti nient’altro che “Scusa”.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Redazione LOPcom
Leggi anche  The day (The gay?) after

Lascia un commento