Pontecorvo, morte in ottobre

0
()

Corriere della Sera, 12 ottobre – È morto ieri sera al Policlinico Gemelli di Roma Gillo Pontecorvo, da tempo malato: aveva 86 anni.
Era nato a Pisa il 19 novembre 1919, lascia la moglie Picci e tre figli di cui uno, Marco, stimato direttore della fotografia.
Nella sua lunga, militante carriera non era stato solo un grande regista «pigro» — appena cinque film dal ’57 al ’79 — ma anche un laureato in chimica (e fratello di un fisico celeberrimo), un critico e giornalista, un politico che combatté nella Resistenza, un assistente (di Allegret e Ivens in Francia, poi di Monicelli), un documentarista, un regista di spot, un autore di collettivi e un organizzatore culturale: voleva salvare il cinema, voleva salvare i film.
Frosinone, 20 ottobre (Adnkronos/Ign) – Tante lacrime e una folla immensa ha riempito il piazzale antistante la cattedrale di Pontecorvo (Frosinone), per i funerali di Alessandra Lisi, la 30enne che ha perso la vita nell’incidente nella metro di Roma a piazza Vittorio in cui sono rimaste ferite 235 persone.
E’ autunno, la vita sfiorisce, “è il ciclo delle stagioni…” E’ morto l’ultimo neorealista, “prima o poi moriamo tutti…” Un fiore di ragazza se ne è andata, “ma Dio sceglie i migliori…” Morte, perché attraversi il Ponte…
corvo, perché sei nero di morte? Ottobre – già rosso, ora nero – mi consola solo accompagnando mio figlio a scuola.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...


pecco

Nessuna descrizione.

Lascia un commento