Articoli per mese: Agosto 2006

La brezza delle prime ore di un mattino intenso, le forme di vita che proprio della vita danno il senso, i colori luccicanti e quelli riposanti,
continua a leggere...
Io mi tengo stretti i miei sorrisi e le mie risate e la malinconia stemperata da esperienze e rapporti veri, non ho più la pretesa di rovesciare
continua a leggere...
Adagio ma non troppo … quia pulvis es… Oggi il giardino si sveglia tardi tra fili di
continua a leggere...
Sono tornati i giorni di fine d’estate sono tornati i giorni di fine d’estate tornati i giorni a ombre lunghe e luce bassa di
continua a leggere...
Sento il diverso, scrivo un altro verso, sto ad ascoltare un vento polare. Chiudo un'imposta, sento una risposta: non può bastarmi, sto a
continua a leggere...
Il tuo abisso con un certo disprezzo della morte e di te stesso ti bilanci sull’orlo del tuo abisso mi gridi di starti vicina ed
continua a leggere...
Ho visto il Crepuscolo: era il Paradiso dei poeti, l’unico luogo ove senza pregiudizi classicisti e decadenti coesistevano e io non ero
continua a leggere...
Stamattina,un attimo d’intimità Stamattina dopo la doccia mi hai trovata, la pelle ancora piena di gocce d’acqua luccicanti come piccole
continua a leggere...
Parole C’è un calore nel mio cuore quando rileggo le nostre parole di una volta. Parole dolci di scherzo e di sciocchezze di affetto
continua a leggere...
Mia madre che ho poco amata sono dentro di lei sento il dolore del suo corpo indurito dalle doglie del parto il cuore soffocato
continua a leggere...
Incarto gli avanzi di quella che è stata materia viva con precisione certosina, con furia distruttiva e mi sorprendo a ragionare sui sentimenti,
continua a leggere...
Ho avuto un sussulto. Mi son detto: il brutto non è perdere, pagando conti salati, non è neanche essere umiliati, il brutto è non
continua a leggere...
Cassetti di pioggia di un comò nell'aria tra nubi dai polmoni di sole in una nota che scricchiola di gocce che a terra scivolano i picchi
continua a leggere...
Fin da bambino mi son chiesto chi fossi io e perché fossi così, quando vedevo altre persone sgomitare, badare al proprio tornaconto, cercare un
continua a leggere...
La realtà è male, la realtà è dolore, la realtà è delusione, è disillusione, la realtà è sfruttamento, è precarietà, la realtà è
continua a leggere...
È sempre così: speriamo di cambiare, di voltar pagina e poter maturare e parliamo, programmiamo, sempre fiduciosi, sogniamo che un giorno non
continua a leggere...
Tanti progetti pazzi, tante soddisfazioni vere e le complicità vivificanti che nessuna legge ammetterà mai; poi l’ipocrisia, ma come diversa
continua a leggere...
Ho ingannato sempre il mio sentire per farmi credere di non poter soffrire, ho sciolto il laccio delle mie catene dicendomi che non erano mai
continua a leggere...
E’ un gioco complicato, bambola con in bocca il fiore della mia verginità: lo giocano fanti, cavalli, asini e cani al guinzaglio pronti a
continua a leggere...
fu alla prima ed ingiallita pagina del "42esimo parallelo" di dos passos che sentii salire l'infezione, in quel fatiscente scantinato dove ero solito
continua a leggere...
No ai piagnistei, ma nemmeno lo sfrenato agonismo, stop al cullarsi sul presunto De Coubertin, ma anche al vittimismo e non accetto neppure le
continua a leggere...
Mi sento assieme il buono, il brutto e il cattivo, ma anche il bello, l’abulico e il passionale, lo zelante e l’incosciente, il felice e il
continua a leggere...
Devo ricostruirmi e per fortuna che ho tutti i pezzi, così come conosco tutti gli articoli e pure i loro prezzi, l’unico prezzo che non accetto
continua a leggere...
Nella mia vita ho letto tante ballate: gioiose, malinconiche, riflessive, ironiche, incazzate, ma due in particolare alla fine mi hanno colpito:
continua a leggere...
Il mio mattino di riviera da buon ragazzo teso a spiegarsi ombra al primo sole che vola i lunghi fogli di un notes con dita nere della notte ormai
continua a leggere...
Sono fortunato. Sì, sono veramente fortunato. Pochi conoscono il mio viso e, grazie al basso profilo che ho, da sempre, mantenuto, posso muovermi,
continua a leggere...
Diventa il buio l’amico che cercavi e la luce mantieni ben distante ché l’orrore son solo tre vocali, e puoi scrivere di lui con distacco
continua a leggere...
Un labirinto senza pretese, se non forse quella più grossa: sfuggire al tempo, fermarlo, ingannarlo facendosene gioco, come riscrivere il già
continua a leggere...
La buoncostume punisce le donnine nude e i poveracci che vanno con loro perché gli prude e intanto i papponi se la ridono nelle loro ville
continua a leggere...
Sentimentale specchio in questo bianco. Con l'oblio si chiama la vecchiaia dove va il mio cuore nella rima. E l’allegria ingenua torna
continua a leggere...
1 2