Articoli per mese: Ottobre 2006

... La strada all’improvviso si è fermata anche davanti alla mia porta. Ma quando sono uscito per percorrerla mi è sfuggita ancora una volta.
continua a leggere...
Nella pianura riarsa del mio cuore vagano frecce sfuggite a Cupido, apolidi come terre di nessuno, principesse anarchiche o amazzoni il cui
continua a leggere...
La guerra diventa padrona della nostra casa, le immagini si susseguono velocemente, più ancora della nostra incredulità, più ancora della nostra
continua a leggere...
Ho raccolto un granello di sabbia e gli ho chiesto come si sentisse ad essere semplicemente un granello di sabbia. E mi ha risposto: «
continua a leggere...
La tizia voleva che la pagassi subito, ma io i soldi non li avevo o meglio non li avevo più. La donna s’era parata ritta davanti a me,
continua a leggere...
E' quando non sei con me che mi rendo conto che sei dentro di
Mi sento un ibrido tra un gas, un solido e un
Occhi di bimbo guardano il cielo: pioverà una pannocchia d'amore su pregiudizi sempre troppo oltre che magari ci portano a Perugia quando il
continua a leggere...
Ho chiesto alla mia anima di uscire allo scoperto perché vedevo foglie cadere e le sentivo mie e lei l'ha fatto, aiutandomi con una domanda: non
continua a leggere...
Grido lontano logoro per tranquille strade sorelle di svanite betulle costanti a non toccarsi insegne il verde che a splendere imbruna. E resta
continua a leggere...
Altri fanno giochi di potere, io faccio giochi di
Da quando mi lasciasti amo la vita che mi hai
Quanto tempo ancora dovrò restare imprigionata dentro questo labirinto dalle pareti lucidate a specchio. Ovunque vedo la mia immagine che si
continua a leggere...
Giovani e adulti, facoltosi e meno abbienti, ognuno a “farsi grande” con l’uso di sostanze stupefacenti. In questo consumo smodato di
continua a leggere...
Corriere della Sera, 12 ottobre - È morto ieri sera al Policlinico Gemelli di Roma Gillo Pontecorvo, da tempo malato: aveva 86 anni. Era nato a Pisa
continua a leggere...
Non si accorge di me eppure esisto. Ho scalato i monti, prosciugato i mari, alieno a loro, anche ai miei pari. Ma non si accorge di me
continua a leggere...
Torti nella sorte, torte alla mia corte, tazzine e tartine, terzine e quartine. Cantalo, quel canto, ma Tantalo è già tanto, anche zoppo è
continua a leggere...
Fuoco e gelo tra le viscere m'aggrovigliano l'anima, sento cori millenari chiamarmi: sei fuori e sono dentro, giù, su, tu, poi la fiamma del
continua a leggere...
In fondo alla mia anima c'è un tappeto di stelle cadute - agli altri solo le cadenti interessavano - In fondo al mio cuore c'è la
continua a leggere...
Un sorriso nel buio è non cedere all'Oscurità, è guardare la Vita con occhi grati per i suoi aspetti benevoli e per quelli no, è scendere
continua a leggere...
C'è chi dice che anche l'orgasmo sia una piccola morte. La fine di un amore, allora, è una grande morte, una morte interiore. Ma quando
continua a leggere...
In quella tromba gialla che giace nella cantina di un sogno ancestrale c'è il solo bandolo della mia matassa ancora da dipanare e a nessun
continua a leggere...
Dichiaro guerra alla guerra dei governanti che scelgono per il mondo e non si preoccupano se sarà la Terra ad andare, per colpa loro, a fondo.
continua a leggere...
Dove è il dovunque e come è il comunque, mi chiedo, mentre in mani adunche stringo ciò che vedo, costringo, al momento del dunque, quello in
continua a leggere...
Non accètto la setta di chi ammette a colpi di accétta e gli affari accètta ma per gli affetti ha sempre fretta, poi ho fretta anch'io -
continua a leggere...
La mia idea è volata lungo questi mesi, ha attraversato paesi, ha regalato stelle come fuochi d’artificio, come pezzi di universo,
continua a leggere...
Trent'anni e mi viene da pensare alla guerra e già che ci siamo a quella delle due Rose... io, che proprio di rose avrei coperto la terra se
continua a leggere...
La dove le parole violentano le mie illusioni, ritrovo i frammenti delle mie vite passate, mentre sfoglio una ad una le pagine mai numerate. E
continua a leggere...
La prima storia la scrisse il Signore, o, per chi non crede, un surrogato, da lì iniziò un percorso di gioia e dolore che fino a questo punto ci
continua a leggere...
Lungo le strade che portano all'abbandono ho camminato, tenendo per mano creature senza nome. Trascinando il peso delle mie paure ho proseguito
continua a leggere...
1 2