Un filo rosso sulla pelle

0
()

La mia mente viaggia e va a quando i corpi ci hanno parlato l’alfabeto dell’amore donandosi tra carezze e baci l’anima e l’animosità.
Riaffiorano al ricordo sospiri, liquidi e languidi respiri affannati, affannosi, a tempo col movimento che ci scambiavamo tra sussulti, ma senza insulti.
Perché allora anche il volgare cambiava forma ed era vogare verso il mare del piacere col mio remo, i tuoi umori, il calore dei nostri ardori.
E nudi ma vestiti di passione l’uno ha goduto dell’altra tante volte, dimenticando, il mondo fuori, i confini, il colore dei biancospini.
Ora, di tutte queste pulsioni e del sottile canto dei ferormoni che ci hanno acceso nel passato, finché non torneremo a veder le stelle, ci rimane un filo rosso sulla pelle.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  LA NOSTRA INTIMITA' E' SEGRETA

pecco

Nessuna descrizione.

Lascia un commento