Articoli per mese: Febbraio 2007

Esiste il sogno: sei tu il sogno, sei tu nel sogno di averti accanto. E ti penso, tanto, e mentre canto risuona la voce e si fa foce, si fa
continua a leggere...
Non temo la "belva", non temo la selva delle tre fiere, delle troppe sere nelle quali ancora saremo separati prima di levar l'àncora e partire
continua a leggere...
Non c'ero io il momento in cui guardandoti negli occhi la vita ti regalò a noi fortunati: la tua nascita. Non c'ero io nella valle
continua a leggere...
M'avvio a larghe falc-ate verso il giorno da leone - da pecora però non cento, ma quattro come i gatti - con la test/a qui-là, l'aspetto da
continua a leggere...
Allora che dovrebbe dire chi si batte il petto e non trova il cuore eppure un cuore, e grosso, lo aveva, prima che glielo ricacciasse in gola
continua a leggere...
La tua felicità non può che essere la mia felicità, il mio benessere ha casa nella tua elettricità, i tuoi ah-ah sono il controcanto dei miei
continua a leggere...
Cade solo la maschera, cade al suolo o cascherà, cade anche la sedia, cade e cede l'inedia, riacquisto il calore, la vista, il colore, pista!
continua a leggere...
Nel tuo volto ho letto il domani, grande nella sua complessità, nella tua semplicità, che mi ha restituito a giorni di cielo. E io che pensavo:
continua a leggere...
Io non appartengo a questo mondo fatto di risa volgari e di risi amari. Io semmai appartengo al nostro mondo: al mondo di bene che mi dai, al
continua a leggere...
In fondo ti vedo e sei il plettro che suona sempre la stessa nota, lo spettro che vuole essere icona, il difetto per cui una persona non
continua a leggere...
Mi vedi? Sì, sono proprio io e vengo per te. Vengo per sciogliere cubi di dolore e malesseri incrostati, vengo per liberare Amore e
continua a leggere...
Ci sei tu, innanzitutto: anche se ti nascondi ti vedo, ti credo anche se mi menti, ma tanto lo so che non lo fai, lo so che non te ne vai. Ci
continua a leggere...
C'è chi dice che la volontà sposti le montagne - forse pure le magagne - e io neanche so quante ce ne siano tra noi, alte da scalare,
continua a leggere...
Ti bacerò sulla lingua che ti fa male - ti farà bene - con la mia lingua che parla di noi - le nostre vene: sanguinano amore, rosso il colore -
continua a leggere...
Allora che dovrebbe dire chi si batte il petto e non trova il cuore eppure un cuore, e grosso, lo aveva, prima che glielo ricacciasse in gola
continua a leggere...
La libertà sarà condividere e dividere ciò che non si può moltiplicare, mi dico, levando le mani a pregare l'unico Dio che io possa accettare
continua a leggere...
Ancora in bocca il sapore della notte, che nel silenzio di un abbraccio ha accarezzato i nostri sogni, mentre ai tuoi occhi ho dedicato ogni
continua a leggere...
Quando il sole ha regalato al mondo la sua luce ed il suo calore, mentre l'alba sullo sfondo dipingeva il suo colore, osa il giorno senza fretta
continua a leggere...
In questi giorni si sprecano lacrime, accuse, opzioni più o meno ardite per fare Giustizia di un accadimento tragico, culminato con la morte di un
continua a leggere...
INFANZIA Dietro ad ogni angolo, in agguato, c’era sempre un cane rabbioso, che ci aspettava… crudele, tendeva l’agguato e noi terrorizzati
continua a leggere...
Aghi negli occhi, cuore incendiato, trascina accuse e pugnala - chi amava, chi la ama! - rabbia frustrata, frustrante spreco di energie,
continua a leggere...
Con gli occhi colmi del bene che mi dai, del mare e non del mai, dell'infinita voglia di resistere alle asperità, alle piovre oltre la soglia,
continua a leggere...
Interviste Avanzava parlando senza sosta nel bavero del cappotto. Dava l’impressione, a chi la guardava arrivare, di una persona che aveva
continua a leggere...
Se non avessi avuto in dono la tua commovente dolcezza, la vostra gagliarda carezza, il bene che non teme il male e l'esorcizza mentre l'assale,
continua a leggere...
C'è un fiore che cresce sulla terra solcata dalle tue accuse, dal fantasma dell'illusione, da pianti di dolore, rimpianti,
continua a leggere...
La casa del poeta è disordinata: piena di appunti su scontrini della spesa, di foto ingiallite, di trofei grotteschi quanto amorevoli, piena di
continua a leggere...
La casa del poeta è disordinata: piena di appunti su scontrini della spesa, di foto ingiallite, di trofei grotteschi quanto amorevoli, piena di
continua a leggere...
Lo senti a volte avvicinarsi piano, come il vento che passa e ti accarezza la mano. Altre volte arriva e ti sorprende improvviso, ti travolge e
continua a leggere...