Articoli per mese: Gennaio 2009

Venne un angelo e fu scambiato per diavolo. Cercò di recuperare le ali ma fu bloccato da chi avrebbe dovuto venerarlo. "Convertiti", tuonò
continua a leggere...
Il freddo resta, per quello che se ne va duole la
A gli'amiche mia Uoi so trentasett: sìffatt gli anne, nui che a tressette facevam danne. E' tant tiemp che t' conosca ggià ma, 'com'ann
continua a leggere...
Solo, nel guscio o fuori, nel vento o al sole, con pochi spicci d'esotismo da spendere mi conto le tasche, mi chiudo alle
Sogno oltre il muro del duraturo: tu che celi in ogni dove un
E infine, spossata dal peso di quello sguardo si alzò; si diresse ancheggiando sui tacchi verso il suo tavolo. Rimasero sospesi nella sala,
continua a leggere...
Sei il mare: ondeggiante, naturale,
Fanciullino radioso, annunci nuovo calore e speranza carezzevole,
Mi lascio attraversare dalla tua pelle e tra un sospiro, un sorriso per un attimo scompare - dal mio spirito - il suo demone
Immersa nella malinconia Respiro l’odore della pioggia Riacquistando La ragionevolezza Con il cipiglio di chi ha sperimentato la gioia
continua a leggere...
La voce di chi non ha voce: un magnifico ossimoro e contro i luccichii distratti, distanti scegliesti, rapito, la periferia della
Resterà un mucchio di nulla dove ora è un'idea
Mi contento di saperti, di sognarti nell'attesa appassionata della
Sanguina l'anima colpita a tradimento per le volte che ho lasciato invadere da intrusi il mio - il suo - cielo, per le notti che l'ho lasciata
continua a leggere...
Scroscia nel vento la pioggia che, caparbio, ci dà
E così, volando verso un infuocato tramonto, il grosso coleottero decise di non posarsi. La mamma chiuse delicatamente il libro e la
continua a leggere...
Come Caterina trovò l’amore Caterina partì dall’Italia alla volta del Messico e raggiunse lo stato di Oaxaca, ricco di bellezze naturali,
continua a leggere...
Amnesia Antonio aveva lasciato il collegio e ritornava al suo paese dopo otto anni. Rivedeva luoghi di cui aveva solo un vago ricordo. Lo zio
continua a leggere...
Grida di vetri rotti, l'eterno soffocato lamento degli innocenti inascoltati bucano l'aria gelida e la pancia, piena di meschine certezze,
continua a leggere...
Passarono torrenti e correnti - sul fondo non pesci ma serpenti - e assieme la melma che imprigiona ogni vissuto, convinto o alla buona, ma nella
continua a leggere...
Troppo lontani i tuoi occhi dai miei. Gira a vuoto fino a fermarsi il riflesso. E -amaro- rifletto che io -amore- non ti
Colore di un calore
Doni l'amore che mi restituisce la vita
Nel buio gelido di un mondo spaccato, nella nuda ferita del corpo martoriato, negli occhi spenti di chi non li può accendere resta, al fondo,
continua a leggere...
Ammiro l' estro: sa sorprendere intelligentemente oltrepassando Frontiere arcaiche, bigotte: ruggisce, idealista: zoo
Forse aspettiamo bagliori ricordandolo: incorreggibile zuzzurellone, istrione ottimo. Durevole, espressivo Artista: non defunto, risorto
continua a leggere...
Ti ricordo come un fiore appassito troppo presto, liberato dalla morte. Ti ricordo come fossi l'ingranaggio di una cruda estrazione a sorte. Ti
continua a leggere...
Delle verità evidenti… E’ un rischio del cuore Il coinvolgimento emotivo Che raramente Si subordina alla ragione Persegue nei
continua a leggere...
Con ali di carta mi hai abbracciato, sollevato, fatto cadere: solo per due lumicini, anche scorticato, mi sono rialzato. Non li renderò fuoco
continua a leggere...
Aosta C’erano ancora gli autobus verde scuro, quelli dalle grandi ruote, in realtà dei grossi camion dal radiatore imponente, adattati
continua a leggere...
1 2