Le palpebre hanno sonno

0
()

Dormi la notte ma non farla passare senza una parola, un gesto accogline l’attimo.
Nel buio si nasconde l’essenza deformata delle ombre Toccano la nostra pietà Accendono la memoria che le vuole fantasmi di tombe ombre di un passato agguerrito.
Luce alleggerisce il cuore dal fardello notturno Spiraglio che trafigge le oscure presenze ed esprime il canto del giorno Aprendoci gli occhi alla vita.

 

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Haiku dell'inferno

il barbaro sognante

Nessuna descrizione.

Lascia un commento