Lontano

0
()

Di che balsami, di quali pensieri ricopri ora la tua mente errabonda in questi momenti svanenti e neri? Ti dilegui tra foglie azzurre in questa sera maleodorante e solo un’ombra, una musa spenta, a fissarmi resta.
Non mi rincorri più tra lune e soli in dolci primavere, e della mia Poesia al delicato manto voli di lacrime abbandoni, e fuggi via.
Ora, come la danza della luce sulla piana silente del tuo mare, solitario a perdermi mi conduce Amore, per cercar di finir d’amare.
Da: ‘Sonetti a Ecate’, 2003

 

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Anche oggi piove

il pittore

Nessuna descrizione.

Lascia un commento