BALOTELLI E LA PIADINA ROMAGNOLA

0
()

Praticamente pensavo al fatto che noi forlivesi chiamiamo “piadina” un sacco di roba.
C’è la piadina classica che è quella che conosciamo tutti, la piadina salata che nel resto d’Italia è chiamata il più delle volte “focaccia salata”, la piadina fritta che ad esempio a Ravenna chiamano “pizza fritta” e la piadina dolce, detta anche piadina della Madonna, che è una specie di pane dolce con i semi di anice che si produce soprattutto il 4 febbraio, giorno della Madonna del Fuoco, patrona della città.
Ah, abbiamo anche la piadizza o piadipizza, una specie di piadina stesa e farcita come una pizza.
Poi c’è il crescione, che ad esempio a Rimini chiamano “cassone”, ed è una specie di piadina piegata e chiusa con un ripieno a scelta come mozzarella e pomodoro oppure zucca e patate.
Diciamo che è l’equivalente del calzone per la pizza.
E poi niente, secondo me Balotelli è un grande.

 

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Il giorno

Francesco Checco Satanassi

Nessuna descrizione.

Lascia un commento