LA REGIONE DELLE MARCHE

0
()

Tutto ciò che posso dire sulla regione delle Marche è che ci sono stato quattro volte.
La prima è stata a Pesaro, ci sono andato in treno e poi in taxi per andare al palazzetto dello sport a tifare Pesaro semplicemente perché giocava contro Rimini, investito dalla sensazione, praticamente una certezza, di aver pagato il taxi più del dovuto.
La seconda è stata allo stadio di San Benedetto del Tronto per Cesena-Sanbenedettese, uno stadio che si chiama “Riviera delle Palme” ed è il secondo il Italia ad essere totalmente indipendente dal punto di vista energetico grazie a un impianto di pannelli fotovoltaici.
Ricordo che Chiavarini colpì il palo a porta vuota e noi pensammo fosse un fenomeno e invece era un gabinetto.
La terza volta sono stato a Urbino mentre uscivo dall’Umbria per tornare in Romagna dopo un viaggio che passava anche per la Toscana.
È stato molto bello sia il viaggio sia Urbino, di cui ricordo poco se non che non pagai il parcheggio perché faceva caldo arrivare fino al parchimetro per poi tornare alla macchina.
La quarta volta è stata ieri, sono andato da amici ad Ancona per scoprire che Ancona è brutta e Senigallia, invece, oltre alla sorpresa di chiamarsi Senigallia e non Sinigaglia, è molto carina.
A Senigallia ho mangiato le patatine fritte al cartoccio in una pizza che si chiama come la piazza di Forlì, c’è una bella rocca in centro e uno sconosciuto ha rovinato tutto dando da mangiare al mio cane senza chiedermi il permesso

 

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Francesco Checco Satanassi

Nessuna descrizione.

Lascia un commento