Lettera postuma

0
()

Oh notte, in un mondo Paradiso di un antico mondo Tra le punte le stelle! E se la sera, tagliata da una finestra Come donna bianca la luna Porgere volesse il guanciale alle nuvole: Nulla se non le spine di un’ antica rosa Pungere vorrebbero la tua mano bianca come memoria di fuliggine e di antiche frasi.
Furono gli anni fatali Dei cataclismi del cosmo, quando, Tra spiragli di luce la rosa casta del perdono Sfiorò la terra baciandogli la gota.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  OGNI AMORE HA IL SUO DESTINO

gianluca martal

Nessuna descrizione.

Lascia un commento