Bambine

0
()

La bambina Benedetti era irrimediabilmente brutta.Alta poco, grassa e sgraziata, il viso vagamente sfigurato da un’acne precoce, mostrava un ghigno perennemente aggressivo.
Protetta dal suo ‘status’ sociale, essendo la figlia del fattore dei Tambini, i proprietari terrieri piu’ ricchi del circondario, sottoponeva tutti i bambini dei dintorni ad angherie cattive.
Nessuno osava protestare, temendo ritorsioni: in ogni famiglia c’era infatti almeno un dipendente di suo babbo.
Così, quando venne il giorno della cresima sua mamma, conscia della scarsa popolarità e avvenenza della sua creatura,cercò di presentarla in modo sontuoso, agghindandola con un vestito da sposa tutto crivellato di pizzi preziosissimi: ai lati della testa due solidali fiorelloni sostenevano una pietosa veletta che copriva in parte la faccia butterata e sudaticcia.
Ma all’improvviso, il bianco mazzolino di mughetti che ogni bambina reggeva delicatamente, fu impugnato e brandito dall’energumena per farsi largo e accaparrarsi il posto piu’ centrale e in vista, proprio di fronte all’altare cosicchè ,quando il mite don Carlo le si fece incontro sorridendo, cercando di blandirne la prepotenza, fu centrato e atterrato all’istante dal poderoso destro della medesima, a cui non piaceva essere ripresa.
Un attonito silenzio saluto’ il suo ingresso nelle Milizie di Cristo…

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Se non ha bisogno di me perché mi cerca?

calliope

Nessuna descrizione.

Lascia un commento