Notturno #2

0
()

Or spingono desider tesi a sentir versi di speranza a scacciar l’angoscia del mal di vivere.
Preoccupan non si quei che viver non fanno ma sopravvivono, e tu che temi d’inciampar rallegrati, che v’è chi non crolla perchè vita trascorre a strisciar.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Lazzaro incredulo

Ivan Sabatino

Nessuna descrizione.

Lascia un commento