IL LUPO PERDE IL PELO

0
()

(In dialetto romanesco) “Me sento vecchio, stanco e sfiduciato pe’ sto pisello che me porto appresso, è ‘n peso morto che me sta attaccato e se vergogna de parla’ de sesso! E’ segno proprio che me so’ invecchiato! Me so’ pisciato sotto pure adesso! Se vede ch’er pisello s’è seccato e …
è giunta l’ora de buttàllo ar cesso! Se proprio je dovessi fa’ er processo dovrei giurà che ar tempo der sordato, sembrava un toro! Un vero e proprio ossesso! Tre vòrte al giorno … ha sempre ‘funzionato’! … E me ricordo quanno annàvo ar mare Ciavévo un monumento ner costume! Se quarche donna, stava lì, a ‘smirciare’, ‘sto ‘coso’ … me cresceva de volume! … Ma non ricordo er tempo ch’è passato …, … saranno dieci anni o poco meno, dall’urtima vòrta … che l’ho ‘usato’ co’ quella bionda che sta ar piantereno!!! … Ormai è un lupo chiuso in un ospizio che insieme ar pelo … ha perso pure er vizio!!!”.
.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  NOI POVERI

Sergio Garbellini

Nessuna descrizione.

Lascia un commento