Finale muto

0
()

Ad alcuni finali manca sempre il sonoro, sarà per questo che non te ne accorgi, li lasci a finirsi come una cerimonia religiosa aggredita dal silenzio.
E giuro che per un breve momento non ho nemmeno visto il buco che hai lasciato nel letto, tu non avevi mai liberato voragini, tu eri quella che i pozzi li riempie e mai di buio.
E’ stato un pugno assestato sull’ulcera, le tue curve morbide immaginate solo di spalle, la bocca chiusa, occhi languidi e secchi, gli abiti tra le braccia, la tua schiena.
Fa quel movimento particolare quando cammini, pare che dalle scapole stiano per uscire fiammanti ali a punta, dirette alla mia gola, e io le aspetto per difendermi e per farmi uccidere.
Non lo sapevo quanto la mia ferita ti avesse distrutto, spostato, annullato.
Non l’avevo vista, io col mio dannato egoismo di un amore che vorrei ma non voglio.
Io che mi scaldo le estremità del corpo con altre donne, lontane da te, diverse da te.
Non te.
Io che mi giro e ti voglio trovare, senza farmi vedere, senza mostrarti nemmeno una volta il colore del tatto.
Non l’ho saputo che ti stavo bruciando il cuore, non ho mai saputo.
Odiami, come solo tu sai amare.
Odiami più forte, odia quello che ho portato via, le volte che ti ho confusa nella scrittura, le notti che non sono stato uomo abbastanza per guardarti.
Mi odierò un po’ di più, con i tuoi fogli bianchi che non ustioni più d’inchiostro rosso, mentre aspetto che ti fermi un momento per dirmi addio.
Ma alcuni finali non li puoi nemmeno dire, sono un nome chiamato che continua il passo senza voltarsi, sono tatuaggi da coprire, poesie che non scrivi, perdoni che non sai concedere.
– Diceva di amare le sue cicatrici senza avere mai avuto il coraggio di toccarle, e lei non crede a chi non sa toccare, a chi parla e nelle parole infila coltelli.

Leggi anche  AUDREY ELEGANZA E ORIGINALITA' articolo di Rosetta Savelli

 

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Barbara Bi

Nessuna descrizione.

Lascia un commento