CHE IL SOGNO NON RIMANGA SOGNO

0
()

Se stamattina vi fosse capitato di stare per sfiorare un incidente.
Non ve lo auguro certo ma sono quelle cose, quelle situazioni che arrivano così all’improvviso e vi fanno capire che un giorno può essere anche l’ultimo.
E voi cosa avete fatto finora? Avete sognato soltanto? Avete sognato o avete scelto di vivere i vostri sogni? Avete la consapevolezza di voi stessi, della vostra vita, cercate di dominare i sensi, i pensieri, le scelte ma i sogni volano dentro di voi come farfalle libere a cui non volete aprire la porticina della gabbia.
E quando vi siete visti quella macchina che stava arrivando proprio contro di voi ecco che all’improvviso capite che forse potevate fare qualcos’altro nella vostra vita che non avete fatto finora.
Qualcosa che sognate soltanto, qualcosa che fate rimanere nell’angolo più nascosto di voi.
Eppure tutto poteva finire quel giorno.
Potevate non avere più la possibilità di poter dare ai vostri sogni una realtà che gli negate.
Potevate morire e non vivere mai ciò che dentro di voi ha preso piede in modo così pressante da dover restare tutto nei limiti del sogno.
Eppure ci sono state tante persone che hanno deciso una buona volta di fare dei loro sogni una realtà e di non limitarsi a continuare a vivere nella menzogna di se stessi.
Perché l’uomo è così bravo a raccontarsi la favola del “non posso, non devo” e poi continua a vivere ogni giorno come se tutti i giorni gli fossero concessi e invece magari arriva quel giorno che gli toglie tutte le possibilità e si ritrova a non poter più dire il suo sì alla vita.
Qualcuno scambia i desideri per sogni, così è più facile tenerli a bada e pensare che devono rimanere lì, tra le nuvole, al di fuori della vita terrena, addormentarsi leggeri e svegliarsi leggeri.
Ma i desideri pesano e pesano tanto.
Prima o poi le nuvole si aprono e cadrà la pioggia e magari voi siete senza ombrello, perché non avete mai voluto seguire i vostri desideri, per paura di sconvolgere la realtà sicura in cui vi siete rinchiusi.
Eppure eccola giungere quella macchina, viene verso di voi, vi dà solo pochi attimi per pensare se volete continuare a vivere così, privandovi di ciò di cui avete davvero bisogno, oppure di dar voce a tutto ciò che dentro di voi grida.
Ma si sa, non a tutti è data la fortuna di un incontro con una macchina, sì, proprio una macchina, che viene dritta contro di voi e all’immprovviso guardate di fronte a voi e vedete la vostra vita sfiorata dalla fine e non avrete il tempo di decidere cosa fare.
Non avrete più il tempo di poter scegliere di realizzare i vostri sogni.
Vi siete giocati la vita intera cercando di dominare l’indomabile.
Una macchina si può fermare frenando.
Una vita la si può cambiare scegliendo, scegliendo di non vivere di sogni e dando il giusto spazio a se stessi, alla propria voce interiore e al proprio benessere nel realizzare ciò che davvero vogliamo e non ciò che gli altri si aspettano da noi.

Leggi anche  nosferatu

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


amleta bloom

Nessuna descrizione.

Lascia un commento