Questa Miss si è ribellata alla violenza

0
()

(A volte quando vien l’ispirazione si resta schiavi d’una nuova trama e, in questa improvvisata condizione, la penna ne dipinge il panorama con versi favorevoli al lettore, per illustrare sia il personaggio che tutto ciò che attesta il suo valore.
… Ed ora inizio a scrivere il mio saggio:) ………………..………………………………………………..
… Lei era innamorata di un violento, con il suo affetto e la sua bellezza cercava di calmarlo ogni momento, purtroppo questa nobile accortezza non era sufficiente a tale scopo, tant’è che l’uomo spesso la inseguiva, ne più ne meno come il gatto e il topo, ed una volta presa l’aggrediva con calci e pugni al viso ed al costato, ferite che facevan tanto male e per amor … non l’ha mai denunciato, … ma ricorreva spesso all’ospedale … ! A volte la tirava pei capelli, la trascinava a lungo dentro casa ignorandone il pianto e i lunghi appelli per il dolor di cui era pervasa ! … Ma quell’amore saturo di spine a lungo andare chiuse la partita, lei mise in atto la parola “fine” e, poi, riprese in mano la sua vita ! In un rapporto fatto di violenza laddove non c’è il minimo rispetto, è inutile forzare l’indulgenza di fronte ad un malefico soggetto ! Portò addosso tutte le ferite dell’anima e quelle materiali, per vario tempo limitò le uscite in tutte le sfilate e nei locali ! … Ma, poi, piano piano, finalmente affiora la logica, suprema decisione di rimettersi in gioco e fu allora che volle entrare in competizione, perché l’orgoglio e la sua bellezza di donna fine, giovane e piacente, sentiva il desiderio e la certezza che ne sarebbe uscita da vincente ! Così ricominciò con la sfilata, le prime apparizioni in copertina, la cronaca l’ha subito invitata a scriver la sua storia sibillina.
Con qualche cicatrice sulla pelle curata con dei metodi eccellenti, al prossimo concorso tra le belle di Miss Italia, è tra le pretendenti.
Non ha paura, cerca solamente d’aver diritto a disputar la gara sfidando le ragazze lealmente dall’alto di una vita alquanto amara ! La conclusione è in parte relativa e l’unico traguardo in quel Concorso è il fatto di sentirsi ancora viva alfine di riprendere il percorso d’un’esistenza cònsona al suo ruolo di donna onesta, semplice e matura, lasciandosi alle spalle un donnaiolo che amava solamente l’avventura ! ……………….…………………………………………… … Non è un’eroina, è una ragazza che stanca di subire le violenze, piuttosto che finire uccisa o pazza, ha detto “BASTA” a tutte le violenze ! Adesso lei è libera da impegni, ha fascino, un bel corpo femminile … e cerca solo un uomo che si degni d’amarla in modo tenero e gentile !!! ………………………………………………………….
Si chiama ROSARIA APREA, dopo che lui l’ha ridotta in fin di vita, le hanno asportato la milza a causa delle percosse, e dopo averlo perdonato a più riprese, purtroppo, la violenza dell’uomo si è ripetuta e, allora, si è ribellata definitivamente a quell’amore che nulla aveva di romantico e di umano ! Ho voluto omaggiare il suo coraggio quale esempio per altre donne sfortunate.
.

Leggi anche  HO UCCISO MIA MOGLIE

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Sergio Garbellini

Nessuna descrizione.

Lascia un commento