Attimi d’estate

0
()

In quest’estate così diversa dalle altre poche parole, possibilmente quelle giuste, per far prendere forma a silenzi quotidiani.
Scivolo su emozioni sconosciute, spezzo il ritmo di giorni solitari in un’acrobazia di desideri e suggestioni con tutt’intorno il rumore meraviglioso dei colori.
La fantasia creativa vaga lontano oltre le isole, le nuvole e il mare confuso tanto col cielo che sembra inghiottire la linea d’orizzonte.
Percepisco il sibilio di una conchiglia, il mormorio delicato delle onde, in compagnia dell’altra me che sogna quando il sole comincia a declinare nel luccichio delle lampade al tramonto.
Io non le faccio più domande e divido con lei il bicchiere, così chiudo il cerchio di mille inutili “perché”.
E’ l’ora in cui i pensieri sono soltanto un abbozzo, scarabocchi di idee senza scadenza che affiorano dall’acqua come bolle.
Poi si ingrandiscono, diventano speranza.

 

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  La casa del poeta

cleliamis

Nessuna descrizione.

Lascia un commento