Il primo caffè

0
()

Ti sei reso conto che è la prima volta che ci vediamo per un caffè? Figurati se non abbiamo mai preso un caffè insieme…
Giuro Cosa? Non ci siamo mai incontrati fuori così…così tipo appuntamento.
Beh, ora siamo qui.
Come stai? Furiosa Perchè? Mi manchi Ma che risposta è? Più sensata delle tue domande.
Sul serio dai, ricominciamo…
Ok, da capo però…
Da lì non so se posso.
Sei arrabbiata con me? Sì lo sono.
Ma lo sapevi come stavano le cose.
Certo che lo sapevo, e anche tu lo sapevi.
Ma se ti infili nel letto di una donna per più di due anni, sempre in quel letto, è la donna che fa la differenza.
Tu lo sai, ed è per questo che cerchi lei.
Non è un caso.
Non sei mai stata un caso, ho sempre scelto di stare con te.
E io ho sempre scelto te.
Non guardarmi così Così come? Come chi sa benissimo cosa mi gira per la testa consapevole che non lo dirò, hai quello sguardo a volte…
A volte? Diciamo spesso Perchè tu provi a nasconderti Mi spieghi come fai? Come ne sei così sicura? Ti ascolti mai quando respiri? Lo sai che non lo faccio, spiegami.
Quando siamo vicini tu respiri piano, ti fermi dolce e qualche volta ti trattieni l’aria in gola.
Poi fai quel piccolo gesto con la mano e respiriamo allo stesso ritmo, non volutamente.
Io non aspetto te e tu non aspetti me, semplicemente respiriamo.
E per qualche strano motivi abbiamo i fiati che coincidono, è una comunicazione.
Così io ti sento, il tuo odore, come mi guardi la bocca e come distogli lo sguardo, ma poco importa, ci siamo già respirati E’ vero…
Non ho sentito Ho detto che è vero Cosa? Puoi ripetere? Scema! Ok, sì…hai ragione.
Ma perchè siamo qui? Per un caffè No, seriamente.
Volevi parlare.
E’ successo qualcosa? Tuo padre sta bene? Sì, sta bene, almeno fino a dicembre.
Siamo qui per darti una possibilità.
Devo parlare io? Lo sai che non mi va, lasciamo stare.
No, fa finta che non ci sia…parla, non ti risponderò.
Avrei voluto incontrarti in un’altra vita.
Davvero, avrei voluto conoscerti senza quello che ho adesso, avrei voluto stare con te.
Ma…
Ma niente, lo sai come sono fatto.
Sì, il finto stronzo.
Lo so.
Lo so davvero, ma non qui.
Però sarebbe stato bello , non credi? Sì lo sarebbe stato.
Ma continua ti ho interrotto.
No niente…è che mi piace fare l’amore con te, anche se tu prima dell’orgasmo non ti senti mai bella abbastanza, invece lo sei sul serio.
Hai addosso una bellezza che resto lì a godermi, e mi piacerebbe fartela vedere ma non sarebbe uguale.
Io ti guardo e mi dico che tutto questo è lì per me, che sono proprio io dentro di te, che mi stai dando più di quanto io sia in grado di dare a te.
Poi quando gridi diventi fragile e forte al tempo stesso, e non hai pace, non mi dai pace.
Ti piace il mio modo di fare sesso.
No, sesso posso farlo altrove.
Tu mi racconti le favole.
Poi abbassi gli occhi e ti fai toccare le cicatrici.

Sì come adesso, abbassi lo sguardo nello stesso modo.
Io adoro toccarti lì, con le mie mani.
La verità è che adoro ciò che sei, anche i tuoi segni.
Non capisco, cosa vuoi ora…dimmi cosa vuoi.
Ma che ne so, non farmi queste domande! Dimmelo, cosa ti costa, vorrai pure qualcosa adesso? Ma piangi? No, che non piango! Lascia stare…rispondimi.
Cazzo, cosa vuoi che ti dica? Mi sfinisci.
Non è una risposta.
Ok, sei più contenta se ti dico che ti amo, ma mi vergogno perchè credo che adesso tu non voglia più amarmi o aspettarmi? Va bene se ti dico che mi sono innamorato quando mi hai passato le mani sul viso e trai capelli? Che vorrei e voglio essere con te la notte e anche il giorno, e che mi rende geloso l’idea che qualcuno si prenda tutto quello che in un certo senso voglio per me? Hai finito? No.
E sì.
Mi piace da morire il sesso con te, i tuoi baci, mi piace quando pensi, quando cammini in punta di piedi, quando hai paura, mi piace quando balli.
Ho finito.
Ti amo anche io.
Ora vado.
Ma dove vai, il caffè? Vado a casa, magari se mi ami anche dopo averci ragionato…Magari vieni a prendermi, magari suoni alla porta, magari stiamo insieme, magari mi abbracci.
E magari ascolto di nuovo respirare.
Sei matta.
Ciao.
Arrivo.

Leggi anche  Lucio IV

 

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Barbara Bi

Nessuna descrizione.

Lascia un commento