Le nostre donne.

0
()

Quante volte le nostre donne in famiglia hanno chiuso i seni ed abbassato lo sguardo in silenzio! Di certo non era il timore ma quell’ombra che come vela si spinge nel mare dei loro occhi e del pensiero e dolcemente le allontana dalla riva della realtà.
E allora è cara la solitudine, il ricordo, la nostalgia, e non vi è dolore in un tale vagare dietro i vetri acquei di una finestra , o all’ombra di un albero di foglie.
Non toccatele! Dipinte della bellezza delle rose torneranno a ricamare il giorno con una scusa, e saranno solenni le loro parole di tenera armonia.
Luciana Potenza 18 Dicembre 2014

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  VIZIATI

Luciana Potenza

Nessuna descrizione.

Lascia un commento