Articoli per mese: Marzo 2014

«Le paure sono pietre. Bisogna portarsele in giro per un po’, scontarne il peso e poi buttarle fuori, liberarsene, dimenticarne ogni volume. Ogni
continua a leggere...
Ombre di velluto si allungano e mutano i contorni di case e strade, la sera scende così, silenziosa e serena, mentre la luna si accende e le stanze
continua a leggere...
Riduttivo non dico offensivo se ai posteri mi definissero solo poeta ben più lungo è il mio ardire di scienza specie nei miei Leonardeschi progetti
continua a leggere...
Spero ti caschino i denti come fagioli da un barattolo rovesciato e che ti fumino i testicoli come i copertoni in frenata per evitare il cane
continua a leggere...
Nel bosco al tramonto lento, guardingo s'adagia tremolante stridulo piede su secche foglie morbide incollate da stagnante rugiada in compatta
continua a leggere...
C’era una volta un giovane di talento che, assodato l’amore per il cinema, le aveva fatte tutte, ma proprio tutte: aveva sostenuto la macchina da
continua a leggere...
Se non avessi messo su carta tutti gli enormi sproloqui che ho sparato avrei fatto il giro dei manicomi e la società nell'intervallo tra un interno
continua a leggere...
Cani da salotto hanno tutto tranne la libertà -Cani da pagliaio legati a una catena pregano la memoria del fattore somaro affinchè non li
continua a leggere...
I morti all’anagrafe aspettano binari di penne dopo che i candidati li faranno volare nelle percentuali d’addio Vecchi partiti mutande consumate
continua a leggere...
Sono molto affezionato a questo racconto. Forse qualcuno l'ha già letto, ma non su questa piattaforma. Per altro chi si annoia può cambiare pagina
continua a leggere...
Questa scacchiera di orti generosamente concessi dall'amministrazione comunale ai pensionati, per ricavarne ortaggi e verdure mi fa tenerezza. Sono
continua a leggere...
Only children's fingers pick up well hints from grass to the sky. Luciana
continua a leggere...
Denti cariati incollati a scheletri di lupi estinti le montagne -Schiene d'asini spelacchiati da randelli le colline -Pagine d'un libro mai aperto
continua a leggere...
Tornano gli emigranti con l'anima in due posti guardano case nuove senza storia con occhi che non coprono l'infanzia Osservano la piazza dove
continua a leggere...
Rosetta accese la luce; la casa era vuota, più vuota che mai . Entrò e decise di non mangiare, la mezz’ora d’autobus le aveva tolto anche lo
continua a leggere...
Il punto di ritrovo crea un certo contrasto con la meta del viaggio che ci apprestiamo a fare, e come tale mi piace molto. Mentre osservo i resti
continua a leggere...
E’ fine settembre del 2007..la Pina ha un’idea “meravigliosa”… fare la notte di HALLOWEEN a New York.. tanto, dice lei, mi dici sempre
continua a leggere...
Ci sono notti che mi rapiscono e venirne fuori è come cercare di scappare da mastini inferociti. Ci provo e penso “Adesso torno a casa” ma mi si
continua a leggere...
Una giovane antropologa di Napoli, angosciata da un incubo ricorrente in cui viene divorata dalle fiamme, inizia a subire le violente ed esplicite
continua a leggere...
Lente nenie come lingue di acqua discendono verso lagune che languono in sonno di ninfa mentre oltre la parete di alberi zampillano lapilli di
continua a leggere...
L'altro giorno entro al supermercato per comprare delle banane e pannolini per Sean David. Sacchettino e guantino di plastica e vai alla
continua a leggere...
Il mondo è di chi se lo prende, non di chi se la
La palude. Si diceva che tutti quelli che erano andati alla palude non erano più tornati. Tranne Beppino: lui era tornato, ma doveva aver perso la
continua a leggere...
Stavo pensando, l’espressione “alzare la cornetta” riguarda un’azione che praticamente non si fa più, o quasi. Come quando si giocava a
continua a leggere...
DOS PREGUNTAS LLORAN RESPUESTA Y ESTAN SIN VIDA. LLUEVE DULCE LECHE DESDE TUS PALABRAS PERO NO HAY NINGUNA ESTRELLA EN EL CIELO Y NO HAY LUZ
continua a leggere...
Piedi giocano fossi e asfalto vincono ribelli mattonelle e sguardi a radar puntano finestre tentano rubare tende e tapparelle s’accontentano di
continua a leggere...
Una vita di lavoro pensione ambito premio intravisto ma un nefasto dì il governo per salvare tasche di potenti e ladri di sette anni spostò il
continua a leggere...
Volano i pistoni della mia moto Come un aquilone il mio cuore al vento Rincorro le mie gioie sui sentieri dei passi normali Salutano le foglie e
continua a leggere...
Noi bambini giochiamo ci divertiamo,ci impegnamo e non sompre obbbidiamo Noi Ragazzi lavoriamo finchè non abbiamo raggiunto la destinazione. Voi
continua a leggere...
Che ore saranno? Le tre, devono essere le tre del pomeriggio: il sole batte sul centro del tavolino, faceva lo stesso fastidiosissimo riflesso anche
continua a leggere...
1 2 3 4 5 6