Articoli per mese: Aprile 2014

In genere chi ci fa dannare non ci fa
Un uomo scelse la solitudine. Nessuno lo disturbava più e ne era contento. A lungo si crogiolò con e sull'idea che fosse quella la vera
continua a leggere...
Io non appartengo a questa fredda stanza la mia vera casa è in una strada quieta Io non appartengo a quell'infausto amplesso il suono di Famiglia è
continua a leggere...
Altro non ama che d’essere la vita. Seducente palpita nel suo abito rosso, coi neri capelli a treccia sulle spalle. Esultando allo specchio si
continua a leggere...
Quando arrivavo a destinazione, dopo mezzora di tragitto in tram, scendevo alla fermata che stava vicino alla mia scuola, di fronte al cinema Odeon,
continua a leggere...
Aprì l'armadio a due ante e rimase a guardare. Le piaceva essere la protagonista di ogni serata. Non importava chi avesse al suo fianco,chi avrebbe
continua a leggere...
Non ci ha certo separato tutto il tempo che è passato il vento i metri che dividono la terra e il cielo A mio padre Giuseppe Wochicevick Summer
continua a leggere...
Un costato quasi intravedo e croci nel cielo costruite da uomini in terra appesi siamo tutti rami inclini a spezzarsi 'Croci' - Fotografia
continua a leggere...
Dimenticai di comprare il giornale allora a penna cambiai la data alla prima pagina di quello vecchio poi andai al rottamaio a trovare un ricambio
continua a leggere...
Muovono l'aria ragazze col velo acerbi fili d'erba d'un tempo di speranza e annodano le risate agli alberi prima che il vento ne dissolva l'eco. Un
continua a leggere...
Tutto il Tempo che il mondo possiede è nulla rispetto a ciò che provo Nessun numero raccoglie in sé la Grandezza di ciò che vedo La Morte è
continua a leggere...
Era solita raccogliere quello che la gente buttava. Lo aveva visto fare da suo fratello. Da quando le aveva regalato quella bicicletta non aveva più
continua a leggere...
Negli infiniti splendori di un attimo Come di antichi fasti si rianimano i sensi Donando nuovamente vita alle parole Parole mai espresse ne sentite
continua a leggere...
Albergano in me rabbia e stanchezza sopite dalla gioia di vivere Si celano in me rancori ed invidie nascoste dalla preghiera di essere migliore
continua a leggere...
Un giorno ci rivedremo amico mio non so dove quando Forme intelligenti schegge d’energia torneremo a guardarci a fissarci negli occhi a sorridere
continua a leggere...
Piega le paure con un sorriso come un foglio di carta fanne un aeroplano Soffia forte lancia in alto accompagnale nell’azzurro verso l’arcobaleno
continua a leggere...
Non farmi scegliere, non sceglierei te!' Una pugnalata al cuore, black out della mente. Il dolore mi assale, la paura mi avvolge, l'angoscia mi
continua a leggere...
Riesci a sentire ancora quel brivido improvviso quella stretta alla gola, l'emozione di un istante senza alcuna parola, la sensazione costante
continua a leggere...
In questi giorni non ho tempo. Eppure non mi è mai interessato, il tempo. Perché il mio tempo non riesce a liberarsi dal lavoro, quel qualcosa che,
continua a leggere...
Lava... come lava rovente... la sentiva scorrere lungo il sentiero... avida... divorava ogni centimetro di terra... lasciando dei solchi
continua a leggere...
Quell'amore ti ha distrutto. Ti ha spento. Quasi ucciso. Un cancro che ti ha divorato l'anima. Vieni qui. Lasciati
Oggi è uno di quei giorni... in cui la vita ha deciso di farti un regalo.. un fottutissimo regalo... uno di quei regali che ti lascia l'amaro in
continua a leggere...
Quella era una domanda... a cui aveva provato a rispondere... tante volte.. Ed ogni risposta gli era tornata indietro.. come una pallottola dritta al
continua a leggere...
Quel nodo alla gola... che stringe... lo sentiva stretto... troppo... Quella voglia di urlare... le soffocava il respiro... l'anima... Quella droga
continua a leggere...
Ricamare... Sentiva infilare quell'ago nella stoffa... ardente era quel filo... che dolcemente ricamava... Ogni punto... si insinuava
continua a leggere...
Voglio essere lo zucchero nel caffè. Quel pensiero che ti farà stare sveglio la notte. Quel desiderio che ti brucia
continua a leggere...
Quelle parole... le sentiva adagiarsi delicate sulla pelle... come petali di rosa... le sfioravano dolcemente l'anima... come artigli taglianti sulla
continua a leggere...
Rose capì immediatamente che le lacrime che le stavano rigando copiosamente le guance rubiconde non erano per la cipolla che stava affettando. In
continua a leggere...
Inebriante... era quel profumo... che rapiva i sensi... Deciso... era quel sapore... che accendeva il desiderio... il piacere... Melodioso... era
continua a leggere...
Eccole lì. Si ripresentavano puntuali come la pioggia nei giorni senza ombrello. Scritte in corsivo,divise da un punto e all'apparenza un pò
continua a leggere...
1 2 3 4 5 6 7