Articoli per mese: Ottobre 2014

l'aria ferma fra le scapole il camminare imperfetto della parola restano altre impronte - un diario di dolori stipati dentro ustioni guardate
continua a leggere...
La luce del semaforo passò dal rosso al verde e i pedoni ammassati ai lati della strada iniziarono svelti ad attraversarla. Angie si fece largo fra
continua a leggere...
La strada alle spalle della via Gianbattista Vico, dove abitavo, era dedicata a Giulio Cesare. In quella strada aveva casa una famiglia la cui
continua a leggere...
Il viaggio Tutta notte ha ululato il vento scuotendo con violenza le fronde di querce secolari. Non ci ha sorpreso l’alba, siamo pronti! Punge la
continua a leggere...
Iersera, nel Teatro Comunale, è intervenuto un pubblico imponente ad ascoltar “L’amore sessuale”, un tema assai scabroso e incandescente !
continua a leggere...
Le donne sono belle, ma oltretutto, possiedono un fattore naturale e gli uomini rimangono all’asciutto, perché non hanno nulla di speciale !
continua a leggere...
Ci sono in giro alcune casalinghe che quando il proprio coniuge è al lavoro, pur prive d’esperienza e di lusinghe si lanciano nel mondo … del
continua a leggere...
Ciò che, più d'ogni altra cosa, ci ritorna alla memoria è quel po' di giovinezza che il tempo ci ha estirpato ed or giace nel passato ancor pieno
continua a leggere...
Nel pozzo senza fondo di Utopia cademmo abbracciati: ci avevano detto che il nostro era un sogno sbagliato, ma noi non potevamo, non volevamo
continua a leggere...
... La strada all'improvviso si è fermata anche davanti alla mia porta. Ma quando sono uscito per percorrerla mi è sfuggita ancora una volta. Le
continua a leggere...
È una fortuna che anche i monaci rispettino la buona abitudine thai di darsi un soprannome, perchè non so come avrei fatto a ricordare quella
continua a leggere...
Cari Autori, come promesso ecco i Vincitori del Concorso 'STORIE DI HALLOWEEN' che saranno pubblicati insieme ai Racconti di Eraldo Baldini
continua a leggere...
“Tu mi corteggi come fanno tutti, però non ho bisogno di un legame, ma di denaro,… sono tempi brutti, si lotta tutti i giorni con la fame
continua a leggere...
“Ancora non l’hai detto a tuo marito? Allora non ci resta che scappare !” Gridò Francesco in tono inviperito, Daniela che lo stava ad
continua a leggere...
Copiata in modo originale, come risulta dal quaderno antico del 1946, conservato tra i miei ricordi personali. Vivevo in una casa in riva al mare,
continua a leggere...
Sonetto in vernacolo sanvitese con relativa traduzione: Ci nu' pinzamu a comu pass'nu l'anni e ca facimu vecchji chianu chianu, sintimu 'nu
continua a leggere...
Eppur non l’avresti creduto… Dietro porte serrate di nebbia quel tepore di casa ci ha illuso: ognuno a suo modo ha taciuto confidenze e ricordi
continua a leggere...
Salgo veloce l'ultima rampa, i gradini a due a due. Un tamburo impazzito squarcia il petto, brucia l'aria nei polmoni. La meta è lì, sul
continua a leggere...
Guardando nelle piazze, adolescenti che danzano. Gli amori di quando hai quindici anni sono insuperabili. Dopo diventi troppo maturo per amare in
continua a leggere...
Ieri ero solo una bambina occupata con le bambole, che ascoltava mille favole e viveva tra le nuvole. Oggi sono diventata donna, ora vivo un tempo
continua a leggere...
“Papà e Mamma, stàtemi a sentire, son condannato sulla carrozzella e voi mi state accanto per soffrire ! In casa resta sempre mia sorella,
continua a leggere...
“Si, pronto, pronto? Con chi vuol parlare? Marino? … Qui non c’è nessun Marino! Avrà sbagliato numero? Può fare il numero attinente al
continua a leggere...
Pur se l'uomo sgobba tanto per far tutto con onore, non saprà mai di se stesso e neppur qual è il valore di ciò che lui ha operato col suo animo
continua a leggere...
La vita è un viaggio con un biglietto di sola andata che non prevede un ritorno. Ad ogni tramonto si spegne e va a dormire. Ad ogni alba ricama un
continua a leggere...
Attesa quasi bramata da spasmi d’illusa euforia la notte si fa malandrina e tenta gli inganni più assurdi celata ai riflessi del sole. Si schiude
continua a leggere...
Nell'etra vagabondi biocchi di nubi transitano lo sguardo sperso li figge più pensieri germinano or titani or nani sbandati seguono e rincorrono
continua a leggere...
Con te strappo tende ingiallite per fare entrare la luce. Apro la porta del giorno su un quadrato di cielo. Tutto esplode
continua a leggere...
Sonetto caudato in vernacolo sanvitese con relativa traduzione: A vvoti ni pinzamu ca putimu fa' cuddu ca vulimu pi campari e facimu ti tuttu cu
continua a leggere...
A primavera sbocciano le rose, milioni di miliardi di esemplari, son profumate, son meravigliose, son fiori veramente straordinari ! Però c’è
continua a leggere...
Vorrei salir sul treno del mistero e scendere nei Pascoli del Cielo, per incontrar due grandi personaggi che molto tempo fa, ho conosciuto. Il
continua a leggere...
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10