UN PRESIDENTE NUOVO PER UN’ITALIA VECCHIA

0
()

Ancora pochi giorni e, finalmente, verrà eletto il Nuovo Presidente, sarà un evento alquanto eccezionale, così all’indomani sul giornale avremo titoloni a non finire, articoli completi per offrire a tutti i cittadini, nei dettagli, la vita, nei più minimi ragguagli del Nuovo Insigne Capo dello Stato, un contributo degno, riservato e nel frattempo la Televisione non si farà sfuggire l’occasione per divulgare sui telegiornali i meriti e le varie credenziali del Nuovo Presidente appena eletto con servizi illustrati e con rispetto ci mostreranno quando da bambino giocava all’oratorio più vicino e quando frequentava con profitto gli studi superiori, col diritto d’entrar nei Centri Universitari per poi passare a quelli più onorari al fine di salire piano piano sul carro diplomatico italiano.
La Sua carriera, le onorificenze, i tanti impegni con le Sue presenze in settori stimati ed importanti per attestarne i meriti spettanti.
… … … … … … … … … … … …


… Però l’Italia per un tempo incerto rimarrà ferma e ci sarà sconcerto, perché i problemi andranno accantonati e i cittadini, alquanto contrariati cominceranno a storcere la bocca, perché il Governo acclama e, poi, si blocca ! In questo modo … altri tempi morti intralceranno quei problemi insorti nel corso delle mille discussioni per far passar la legge sui condoni o quel di mantenere la promessa dei posti di lavoro, è una scommessa ch’è stata fatta in tempi non lontani ma che, purtroppo, i giovani italiani aspettano con grande delusione … a danno della … disoccupazione ! … … … … … … … … … … … …



Si parla della legge elettorale e dopo il Presidente, è naturale, si perderà altro tempo in Parlamento e si danneggia il popolo sgomento, perché per ogni cosa nel programma esplode sempre qualche nuovo dramma e pei progetti affissi alle bacheche … decideranno … alle calende greche ! Si litiga a sinistra e pure a destra, purtroppo, … è la solita minestra ! L’Italia s’è ridotta proprio a pezzi, la porteranno via … col carro attrezzi ! Si fanno veramente poche cose, però non sono quelle più spinose, si perde tempo in ogni circostanza e il popolo che ha perso ogni speranza adesso sta pensando, in modo serio, di soddisfare un vecchio desiderio ch’è quello d’affrontare il cambiamento col voto, il suo unico strumento ! … … … … … … … … … … … … … …



… Se diamo ancora credito al Governo scivoleremo sempre più all’inferno e i nostri figli avran di che soffrire, perché saranno … senza un avvenire ! .

Leggi anche  Maggio mariano

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Sergio Garbellini

Nessuna descrizione.

Lascia un commento