TRA L’INCUDINE E IL MARTELLO

0
()

Dobbiamo andare tutti all’ospedale, perché si mangia gratis: … pranzo e cena, non ci sarà né il dolce, né il caviale, però staremo sempre a pancia piena ! E se ci fanno un piccolo controllo, senz’altro troveranno qualche cosa, al fegato, al ginocchio, oppure al collo e servirà una cura minuziosa ! Un mese a letto, sempre ben curati e senza fare il minimo dispendio, coi nervi ben tranquilli, rilassati e avremo risparmiato lo stipendio ! Che pacchia ! Quasi, quasi, mi prenoto, … però il problema non è solo questo, è qui che cade l’asino nel vuoto …, c’è un nodo più complesso ed indigesto …, ossia: la moglie e i figli …, sono loro che vogliono mangiare tutti i giorni e divertirsi, ma se io li imploro di fare i pasti senza più contorni, rispondono che quando c’è appetito, bisogna corrispondere e mangiare, perché, altrimenti, un corpo denutrito finisce d’ammalarsi e danneggiare quegli organi essenziali, ancora attivi che donano, in sostanza, la salute, perciò i cibi, essendo nutritivi, son valvole importanti e risolute.
Insomma, trovan sempre qualche scusa, per metter da mangiare sotto ai denti, … intanto … ci sta il solito “matusa”, che, poi, provvede … a fare i versamenti ! In casa mia, comanda la consorte e i figli la spalleggiano su tutto …, … ho chiuso i pochi soldi in cassaforte, e son rimasti tutti e tre … all’asciutto ! … Se vado all’ospedale per un mese, quand’io riesco, temo le vendette, perché gli ho chiuso il flusso delle “spese” …: profumi, vizi vari … e sigarette ! … Adesso siamo in crisi, … la manovra ci sta “fregando” tutto il capitale, le tasse son “tentacoli da piovra” … … e per mangiare? …
Andiamo all’ospedale !!! .

Leggi anche  SPINGIAMO LA SPERANZA VERSO L'OTTIMISMO

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Sergio Garbellini

Nessuna descrizione.

Lascia un commento