HO VINTO NELLA VITA, MA HO PERSO NELL’AMORE

0
()

Mi son recato a Roma, l’anno scorso, per ritirare un Premio Nazionale, mi ero preparato già il discorso per ringraziare in modo plateale il Presidente e tutta la Giuria d’avermi giudicato il vincitore e per aver premiato la poesia che avevo dedicato a un grande amore ! Però al momento della premiazione, è stata presentata sopra il palco la moglie di un notissimo campione, regina di riviste in rotocalco.
Appena pronunciarono il mio nome, per la consegna del trofeo vincente, la donna mi chiamò per soprannome: “Sambuco !”, ch’era il titolo afferente al Ristorante dove, insieme spesso, da giovani, andavamo per cenare e consumar la bramosia del sesso, ma un giorno si finì per litigare e ognuno se ne andò per la sua strada ! Poi seppi ch’era andata ad abitare a Roma, la mia bella e dolce Giada ! Il tempo non ci ha fatto più incontrare, per tanti anni, eppure dall’aspetto, sembrava ancora giovane e attraente.
Stavamo faccia a faccia, dirimpetto …, sorrise e, poi, piuttosto dolcemente m’offrì la coppa con la pergamena.
Restammo con lo sguardo nello sguardo, e, poi, mettemmo fine a quella scena, stringendoci la mano … con ritardo ! In prima fila c’era suo marito che visto un qualche cosa di anormale, salì sul palco, alquanto inviperito, e chiese alla consorte: “Chi è quel tale?”.
Rispose lei con tono di preghiera: “E’ un vecchio amico, andavamo insieme all’Università, tra noi non c’era alcun legame, non stavamo assieme !”.
Lui mi guardava quasi con sospetto, mentr’io scendevo con il premio vinto.
… Per lei provavo amore e tanto affetto, però il destino non ne fu convinto !!! .

Leggi anche  Solo una donna ...Donna!

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Sergio Garbellini

Nessuna descrizione.

Lascia un commento