QUESTA RAGAZZA SA QUEL CHE VUOLE

0
()

“Te lo ripeto per la terza volta, andiamo a stare insieme, ci proviamo, però non sei convinta, sei sconvolta ! Allora non mi dire più Ti amo ! Perché l’amore include i sacrifici, se accetti di convivere il rapporto tu devi rinunciare ai benefici e, inoltre, abituarti allo sconforto ! La vita insieme implica doveri, impegni di natura finanziaria, con obblighi sensibili ai piaceri dei coniugi, è regola ordinaria ! Perciò capisco il grande malumore riguardo a tutto ciò che t’ho spiegato, è un vivere diverso dall’amore che si consuma in macchina o sul prato !” Così concluse Antonio il suo discorso e attese che Marisa alquanto incerta dicesse ‘si’, ma senza alcun rimorso.
Invece lei rispose: “Mi sconcerta il fatto di lasciare la mia vita, la mia famiglia, amici, vizi e usanze, per iniziare un’ibrida salita e rinunciare a mille stravaganze.
Ma, forse, non mi sento ancora pronta a vivere un legame coniugale ed il mio mondo come si confronta con quello del dovere conviviale? Son troppo abituata a casa mia con tutti i miei fratelli e i genitori, mi danno protezione ed energia, lontana da problemi e malumori.
Mi spiace rifiutar la tua richiesta legata ad un invito lusinghiero, la mia però è una risposta onesta, con un motivo logico e sincero.
Non me la sento proprio di affrontare un mondo nuovo pieno di problemi, perciò ti prego non mi giudicare ingrata e con epiteti blasfemi ! Ho fatto diciott’anni l’altro ieri, non sono ancora donna maturata, non mettermi a confronto coi doveri, lo sai che sono pure un po’ viziata ! Mi piace star con te a far l’amore, sei dolce, sei simpatico, indulgente, mi fai provar la gioia dentro al cuore, con te sto bene, non mi manca niente ! Lasciamo star discorsi impegnativi, amiamoci così, che dici, Antonio? E in tempi meno duri e turbativi…, pian piano penseremo …
al matrimonio !” Il giovane fissò la fidanzata … che rifiutava quella convivenza, la meta … lei l’aveva riservata ad una più importante preferenza.
Guardò Marisa e capì il segnale, ma non oppose ostacoli violenti.
L’amore che provava era leale, col massimo rispetto e sentimenti !!! .

Leggi anche  E' STATA UN'INCRESCIOSA DISAVVENTURA

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?


Sergio Garbellini

Nessuna descrizione.

Lascia un commento