Le ceneri del presente

0
()

Il vento del dolore porta con sé la stanca mano ripugnante e sprezzante, penetra la vena di sangue tormentata e nell’improbabile gioire, perde l’amore.
Il sentimento offuscato e represso suda, dai pori della pelle la paura, confusa nell’irrequieto essere e trafitto dall’angoscia, stenta nel respiro, nell’imperturbabile velleità.
Fra i tormenti di un sogno che non c’è, e il rifiuto del presente, ma per quale futuro? Sputa veleno quell’ombra del sacrificio, a quel Dio che non c’è…
e quell’impertinente moina si spegne, fra le braccia dell’indifferenza! Nell’oscurità di una follia, resta soltanto il dolore e la solitudine cresce nell’inquietudine di fragili dissapori, in quell’animo emarginato.Chiuso fra le pareti di un cielo speziale, si sparpagliano le ceneri del presente.

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  LUI VOLEVA UN FIGLIO MASCHIO

Giodegat

Nessuna descrizione.

Lascia un commento