La costola tradita

0
()

Sospiri fuggevoli lacerano il silenzio.
Echeggiano tra i vicoli della mia fortezza.
Ho l’osso infranto impigliato nel rammarico…
Cucito ai cardini di una logora speranza.
Torrida e spenta è l’inerzia del mio lago! In attesa che il vento disperda la memoria.
Io qui seduta a serrate labbra…
Intingo le dita nella costola tradita.
© SEBINA PINTALDI

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Nascosto

sebina pintaldi

Nessuna descrizione.

Lascia un commento