AH, CHE SFIGATO CHE ERO

0
()

Dopo essere stato alla Festa della Polenta di Punta Marina Terme tra stand gastronomici, mercatini di prodotti tipici e l’immancabile calcinculo di fianco a “quello dove bisogna tirare giù i barattoli per vincere un peluche” e avere osservato con ammirazione le incredibili gesta di un gruppo di giovanissimi sciucaren romagnoli frustare l’aria a ritmo di polka, ho assistito al dialogo tra due tredicenni di cui uno, con apparecchio fisso e berretta dei Chicago Bulls, diceva all’amico: “Tu non puoi scatenare una rissa poi non buttarti in mezzo.
Se non ti butti in mezzo sei un coglione”.
E pensare che io, a quell’età, passavo il pomeriggio davanti al computer Amiga 500, con i baffi sporchi di Buondí al cioccolato.
Ah, che sfigato che ero.

 

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Sei una meraviglia'

Francesco Checco Satanassi

Nessuna descrizione.

Lascia un commento