Articoli per mese: Marzo 2015

Non si può mai sapere cosa succede al cuore e nella mente quando un imprevisto porta scompiglio nella vita di sempre Non sarà la paura a fermare le
continua a leggere...
Sei giunta a me nell'arsura d'un luglio irrequieto come notte che coglie l'aurora e al tramonto socchiude la porta. Sei giunta a me come passo che
continua a leggere...
Pranzo di condominio Lo squillo del telefono ruppe il silenzio in cui Anna Busca era dedita alla occupazione preferita del venerdì mattina:
continua a leggere...
Soltanto nella gabbia delle belve mi sento viva, energica e sicura, non ho neppure un’ombra di paura, perché mi basta un gesto della frusta, con
continua a leggere...
Inginocchiàti ai piedi dell’altare con gli abiti nuziali e col sorriso, la musica di Mozart, per creare un clima somigliante al paradiso … I
continua a leggere...
Sonetto classico in vernacolo sanvitese con relativa traduzione: La primavera ca è già ccuminciata ni faci sènti' chjini ti spiranza e l'aria,
continua a leggere...
La notte riposa alla soglia dell'onirica visione. Oltre il limite impercettibile dell'esistenza respira. Non c'è verità alcuna di destarla
continua a leggere...
Un soffio di vita dipinge i colori dell'anima su muri di case tristi: accantonate ai bordi di strade senza direzioni. Incontro un viandante perso,
continua a leggere...
Notte di pensieri. Nei lumi del giorno prosperano immersi nella loro chioccia di saggezza. Escono a rinfrancare l'animo per un attimo poi si
continua a leggere...
Alla fine ti ho amato, cerva dei boschi sono scesa a valle tra la primula e il cotogno dal bulbo d’oriente. Non ho più provato fame né sete,
continua a leggere...
Ohio, campionato studentesco, si corre il “Jesse Owens”, doppio miglio, un grande avvenimento, pittoresco, che va affrontato con enorme piglio.
continua a leggere...
Il cielo è rosso ! Rosso di vergogna, per ciò che sta accadendo a questo mondo, che ànsima all’interno di una fogna, perché respira un clima
continua a leggere...
Sonetto classico in vernacolo sanvitese con relativa traduzione: È mmegghiu ci sapimu cce nci voli 'nt'la vita cu facimu la 'sperienza, cá, puru
continua a leggere...
Porro di geografia dorme su sassi e macigni solleticato da voci radunano il tempo lo giocano a indovini arbitrati dalla noia e a ogni bocca
continua a leggere...
Mille sensazioni traboccavano dall'inquieta anima che minacciava cupidigia, pensai di farle defluire in incanto di poesia e come volpe che fugge a
continua a leggere...
Sto leggendo El especialista de Barcelona, di Aldo Busi, e dico “sto leggendo”, perché si tratta di uno di quei libri che si iniziano e non si
continua a leggere...
Non c’è un paese, una terra, un qualsiasi confine in questo abbraccio. Perché è pieno d’acqua tiepida ,di tramonti e correnti. Se tu esisti
continua a leggere...
Ci sono giorni che sono ricordi per delle domande rimaste in sospeso viviamo in balia di alcuni silenzi con sfumature e colori diversi. Poi una
continua a leggere...
L’Italia d’oggi, … è ridotta male, somiglia sempre più a un mendicante che cerca di arrivare in ospedale …, ma l’edificio … è sempre
continua a leggere...
Maestro insigne. Genio eccezionale. Un nome che è sinonimo di gloria. La Sua divina musica immortale è un vanto tramandato dalla Storia.
continua a leggere...
Sonetto classico in vernacolo sanvitese con relativa traduzione: Si sapi ca nu' no' hamu mai vulutu fa' cuddu ca no' n'è ricumpinzati, ma
continua a leggere...
osservo la luna affrescare il cielo di stelle concerto il mio pensare a momenti di
La primavera è negli occhi di sole. Gocce di speranza lacrimano, affinché non torni il buio. L'attesa profuma di prossima
Fuggono via le parole urlate lentamente in acuti persi negli echi del silenzio. Gorgheggiano ora fra i declivi sinuosi del passato spente al dialogo
continua a leggere...
Periodi come una via deserta senza indicazioni stradali e interminabili notti quando non sai nemmeno in che anno ti trovi. Giorni in ordine sparso in
continua a leggere...
La donna che doveva tollerare e sopportare tutto con pazienza ... , badare ai figli, fare da mangiare e a volte sottostare alla violenza ...,
continua a leggere...
Io vedo nel mondo: il cielo ed il sole, la luna e le stelle, i monti innevati, le onde del mare, i fiori e le piante, la pioggia, il sereno e
continua a leggere...
Passa una donna e l'occhio che s'arresta rimane attratto dalla sua bellezza. Lui si avvicina e dice: 'Vien con me?'. Lei gli risponde: 'No, non sono
continua a leggere...
Momenti di assoluta perfezione in cui godo di tutto te. Abbandonata come salice al vento, rinchiusa in un fremito breve come un frullo
“Signori, io mi trovo all’Altro Mondo ! Vi giuro che si sta davvero bene, si vive in modo splendido e giocondo lontani dai problemi e dalle pene
continua a leggere...
1 2 3 4 5 6 7