Il circo nero

4
(1)

Assumo le sembianze Di blasfemo mostro notturno Comincio a vagare Per campi e per strade Cercando nutrimento Per la mia sete di follia.
Abominevole mi muovo Nei tuoi stretti spazi Senza far rumore.
Non puoi sentirmi – Vivo per questo Non puoi capirmi – Sogno per questo.
Amo tutto Uomini e bestie Con ferocia di animale Calpesto ciò che È insignificante.
Maledetto! Finalmente sono Maledetto! Mi unisco al vostro Circo nero E senza musica E senza bambini In cui male e bene Si esibiscono In una infinita danza.
Come voi, ora, Trasformo bene in male E volgo male in bene Per non lasciare nulla Come è stato creato.
Come voi, ora, Vivo sull’esperienza Di tutti e sulla sofferenza Che ovunque si vede.
Riuscite a sentirmi? Accoglietemi.
Lasciatevi toccare.
La mia anima cambia.
Non ho risposte Ma lascio che sia.
Io, mostro notturno, Sono ora nel vostro Circo nero di proibizioni.
Trovate le mie vittime E assorbita la loro anima Sono ora come una conca Piena che sta per traboccare, Bomba inesplosa Di follia e sentimento, Arte e Parola.

 

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Al poeta

La Suerte

Nessuna descrizione.

Lascia un commento