Il gioco

0
()

Nelle sue movenze vi era intagliato un profumo che ricordava il salice piangente, e fletteva verso ermetici giardini incastonati nelle ore tinteggiate di leggero smarrimento.
Con fare malizioso sporgeva da un contorno intrecciato e misterioso.
Sorrideva ai soffi scanzonati…
di un gioco chiamato amore!

Ti è piaciuta questa pubblicazione?

Clicca per valutare

Valutazione media

Vuoi essere il primo a valutare questa pubblicazione?

Se ti è piaciuta questa pubblicazione...

Ci dispiace che questa pubblicazione non ti sia piaciuta

Cosa non ti è piaciuto di questa pubblicazione?

Leggi anche  Fino a quando?

sebina pintaldi

Nessuna descrizione.

Lascia un commento