Yearly Archives: 2020

Maietti Non era un drago. Si nascondeva nel gruppo, non se la sentiva di esporsi ed era un tipo calmo. Mai stato svelto con le ragazze. Sempre a
continua a leggere...
L’ultima illusione Anche oggi è lì, in atteggiamento docile e paziente. La vedo ogni giorno, sempre alla stessa ora, stringersi nel
continua a leggere...
Nelle sere blu quando il sole tramonta ma il cielo non scompare nella mia città uomini e donne girano con occhi lucidi e braccia dorate a
continua a leggere...
È scandalosa quella risata in gioventù, mai quella bocca sta zitta e ferma e seria e chiusa, appare ridicola ogni cosa ogni gesto ogni
continua a leggere...
Vulcano ha onorato i tuoi capelli Mettendo le sue fiamme nella sfumatura E Bacco ha donato alla tua bocca che baciò Cupido Tingendola del
continua a leggere...
Riposano su un letto di foglie in primavera vecchi stupori poi sfumano come vapore acqueo in mattini che salgono al sole e restano povere
continua a leggere...
Si affollano fantasmi stamattina, corrono, giocano, ridono si divertono nella mia testa, sotto sembianza di ricordo pretendono attenzioni, mi
continua a leggere...
Come diapositive Si illuminano Situazioni di comodo Si muore Prima della prossima Primavera. Luciana Potenza 15 Settembre
Il vento si è calmato sembra sia primavera là fuori, passano sirene e qualcuno parla ad un megafono, il sole è bello, inguardabile, come
continua a leggere...
IPOTESI C’è un sole tiepido e un cielo terso, primaverile. Ho sistemato il tavolino rotondo e la sedia sul balconcino esposto ad ovest. Sto
continua a leggere...
Osservo il disgelo dei ghiacciai e so che la dissoluta boria dell'uomo incombe in quel liquefarsi. Non si può tradire l'amica natura! Non si
continua a leggere...
Ho tolto l'infinito dalle mie tasche e l'ho donato al mare e in quell'attesa ne ho sentito il profumo intenso e fragile come di quel fiore
continua a leggere...
C’è in un angolo di cuore un ricordo di mio padre lì seduto ad aspettare i miei passi dietro l’uscio e un ricordo di mia madre zitta e
continua a leggere...
EPITAFFIO 75 Qui giace L’imprenditore Pelliccia . . . . . . . .. . . . ……………………… E . ………………………R
continua a leggere...
Passi allo sbaraglio dietro il trasversale e comizi vuoti di campanili, unici vigili i cani per direzioni al contrario Facce racchiudono
continua a leggere...
L’AMORE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS La distanza era quella giusta. Un metro, forse anche di più. Non poteva mica andare in giro col metro per
continua a leggere...
Il sole ti ha baciato sul far della sera, una traccia ha lasciato sul tuo viso di cera. Guardi gli orizzonti: un cielo di porpora ricama
continua a leggere...
Ti scrivo una lettera, mi rimane poco altro da fare in questi giorni, spero di non annoiarti, e nel caso fosse, stracciala. Sai, forse per una
continua a leggere...
Ad ogni battito, il mio cuore aveva un sussulto e immagini apparivano come flash davanti ai miei occhi: voci, pensieri, colori, odori, passioni,
continua a leggere...